“Un’azienda ben strutturata e organizzata”: Ecoplast soddisfa le aspettative di Iseda

Agrigento, Barrafranca, Canicattì-Camastra, Grotte e Licata. Sono questi i Comuni della Sicilia in cui, da oggi, gli utenti utilizzeranno per la raccolta differenziata le pattumiere Ecoplast, in seguito a un’importante e consistente fornitura nei confronti della ditta Iseda, che gestirà il servizio.

Nello specifico, l’azienda dei fratelli Angelo e Totò Gatto ha consegnato ad Agrigento trentacinque cassonetti da 1100lt; a Barrafranca novemila e seicento pattumiere Ecologic da 28, 35 e 40lt; a Canicattì-Camastra venti cassonetti e venticinquemila e novecento pattumiere Ecoplus da 20, 40 e 50lt; a Grotte novemila pattumiere Ecologic da 10, 25 e 40lt e a Licata ottomila e cento pattumiere Ecoplus da 10, 25 e 40lt. Tutti gli articoli sono stati consegnati nelle varianti di colore previste in base alla tipologia del rifiuto.

Compatti, resistenti, leggeri, adatti alla movimentazione frequente ed ecosostenibili, i contenitori Ecoplast sono ideali per ambienti esterni e interni, realizzati in modo tale da garantire lunga durata, facile manutenzione, stabilità e ottima lavabilità. Queste pattumiere sono realizzate con polipropilene copolimero atossico riciclato proveniente da post-consumo, utilizzando miscele che ne garantiscono elevate prestazioni meccaniche e ambientali.

Sono certificate “Plastica Seconda Vita” (con una percentuale di plastica riciclata ampiamente superiore al minimo previsto secondo i CAM), stabilizzate ai raggi UV, al deterioramento e a ogni tipo di urto. Si tratta di mastelli riciclabili al 100% e prodotti all’interno degli stabilimenti Ecoplast. Sono indistruttibili, flessibili e indeformabili e possono sopportare carichi derivanti dalla movimentazione della tipologia di rifiuto e sbattimenti frequenti, mantenendo inalterate le proprie caratteristiche qualitative. Consentono la stampa (serigrafica, tampografica, a caldo e in IML/In Mold Labeling, garantendo una migliore qualità e una maggiore precisione nella ripetizione) con i riferimenti della tipologia di rifiuto, dei loghi istituzionali del Comune, del gestore della raccolta.

Prevista, inoltre, l’applicazione di transponder Tag RFID in posizione visibile, fissato saldamente al contenitore e adeguatamente protetto da urti e agenti atmosferici.

Tutte caratteristiche che rendono i prodotti Ecoplast perfetti per la raccolta differenziata, come ha confermato anche il direttore tecnico dell’Iseda, l’architetto Michele Genuardi.

Che cosa ha apprezzato dei contenitori Ecoplast?

“Abbiamo apprezzato molto il design e la qualità delle pattumiere”.

La qualità delle pattumiere Ecoplast può essere un valore in più nella raccolta differenziata, visto che sono realizzate nel rispetto dell’ambiente?

“Sicuramente sì, perché la materia prima rispetta le caratteristiche elencate al punto 4.3.1 del D.M. 13.02.2014, i cosiddetti CAM (Criteri Ambientali Minimi) e questo è un aspetto molto importante”.

Percentuali di differenziata con i Comuni?

“Le percentuali si assestano tra il 65% e il 77% circa”.

Qual è stato il rapporto con l’azienda Ecoplast?

“Ottimo. Ecoplast è una realtà ben strutturata e organizzata!”

Caratteristiche rilevanti dei contenitori?

“Sono perfetti per l’utilizzo nella raccolta differenziata con il metodo del porta a porta, in quanto si prestano bene all’esposizione all’esterno da parte dell’utente”.

Siete soddisfatti di tutto?

“Ad oggi sì, siamo pienamente soddisfatti”.

I mastelli Ecoplast sono già stati distribuiti nei Comuni di Barrafranca, Canicattì e Camastra, in cui l’utenza li sta adoperando dall’avvio del servizio, partito alcuni mesi fa e sono in fase di consegna nel Comune di Grotte.

L’azienda vanta una capillare diffusione in Sicilia, da Sciacca a Ragusa, da Giardini Naxos a Trapani, da San Vito Lo Capo a Noto, ma anche nel resto d’Italia e non solo. Le pattumiere, infatti, sono state distribuite anche in vari Comuni della Calabria, della Valle d’Aosta, della Campania, del Lazio, della Lombardia, della Puglia e persino in Olanda, Corea, Giappone, Portogallo e Malta.

Ti potrebbe interessare...